Pages Navigation Menu

Arte moderna e contemporanea

preparazione vernice d’ambra

VERNICE D’AMBRA
L’ambra detta anche succivo (lat. succinum, greco èlectron, nome che suggeri’ la parola elettricità, per la proprietà dell’ambra di acquistare una carica elettrica), è una resina fossile prodotta da conifere, la sua origine è dunque organica, anche se viene considerata come un minerale. L’ambra non è chimicamente parlando un composto puro ma una miscela omogenea di varie sostanze, delle quali alcune sono solubili nei solventi comuni (alcool, etere, benzolo, cloroformio) ed altre non lo sono.
L’ambra può essere di vari colori: verdognola, azzurra, rossa, la maggior parte però è gialla. Riscaldata con lo strofinamento diventa molto elettrica. Si fonde ad una temperatura altissima e pochissima parte se ne discioglie nell’alcool come negli olii essenziali. Viceversa, fondendola al fuoco acuista un colore bruno molto carico e diluita con l’acqua ragia fluisce molto.
L’ambra è molto utile in pittura, ma anche in restauro,unendo un pò d’ambra e della buona vernice mastice si ottiene una vernice colorata e trasparentissima che applicata infonde una tinta dorata.
Altra utilità dell’ambra è quella di provocare all’istante la resinificazione dell’olio, per cui i colori o altri pigmenti macinati ad olio, entro i quali sia stata posta una buona quantità di ambra, disciolte al fuoco non si alterano più e in poche settimane acquistano una lucentezza e trasparenza che artisticamente chiamasi smalto-
ORA VEDIAMO COME SCIOGLERE L’AMBRA E PREPARARE LA FAMOSA VERNICE.(metodo antico)

1) Si prende dell’ambra (12 parti) e dopo averla pestata e macinata a ridurla molto fine si introduce in un’ampolla di vetro. Prima di metterla però bisogna inumidirla con dell’acqua ragia rettificata che ne faciliterà la fusione.
Ponendola sopra il fuoco moderato si aumenterà la fiamma piano piano e con un’asticella di vetro si mescolerà sempre.
2) Contemporaneamente a quanto sopra si metterà a scaldare sopra un altro fornello dell’olio di noce o di lino ( 5 parti ) regolando il fuoco in modo che quando l’ambra verrà a sciogliersi, l’olio bolla.
Si prenderà allora quest’olio bollente e lo si verserà, un poco per volta, dentro l’ambra, rimescolando continuamente e rapidamente. Togliendo dal fuoco si continuerà a mescolare affinchè la temperatura non diventi mite. Alla fine si verserà in un vaso d vetro non molto largo e piuttosto alto.

N.B.: Si consiglia di provare con piccoli dosi d’ambra, per vedere se è quella giusta e tenerla inumidita nell’acqua ragia per almeno un giorno.